5 strumenti che ho utilizzato per creare il blog Isola Egina

1 Dicembre 2021

Ogni progetto parte da un’ idea; perciò la primissima cosa di cui abbiamo bisogno è proprio un’idea: un argomento di nostro interesse che conosciamo bene o che amiamo profondamente.

Un bog, a differenza di un sito, nasce con l’intendo di essere un diario personale nel quale vengono trattati temi d’interesse personale. Un blog può essere anche l’inizio di un percorso che s’intende intraprendere, come un quaderno degli appunti nei quali si scrivono scoperte, idee e conclusioni emerse durante il tragitto per poi condividerle con il mondo intero o meglio con chi sarà interessato a leggere.

La scelta del dominio

In linea con il tema da trattare deve essere il nome del progetto e quindi la scelta del nome del dominio.
Prima di dare un nome al blog, è fondamantale verificare se il dominio è libero e acquistabile.
Non avrebbe senso infatti avere nomi diversi, uno per il blog e l’altro per il dominio tranne; questo accade solo in certi casi particolari. È importante scegliere un nome che sia memorabile; il nome può essere anche di fantasia, creativo da deve essere facilmente memorizzabile. Vogliamo che i lettori si ricordino dell’indirizzo per venirci a trovare.

Verifica dei social

Verificare se il nome selezionato sia libero nei social. Appena conclise le dovute verifiche, si acquista il dominio e si passa alla registrazione di tutto il resto.

Il nome di dominio isolaegina.com è stato acquistato su Siteground. Ci sono altri provider molto più economici ma ho preferito gestite tutto fluidamente, contrariamente a ciò che accade quando si ha dominio presso un provider e l’hosting su un altro.

Di seguito trovi 5 strumenti fondamentali che ho utilizzato per la creazione e la gestione di isolaegina.com:

I componenti

numero 1 – HOSTING

Dopo aver acquistato il dominio, si passa alla registrazione dell’hosting ossia dello spazio web dove il sito sarà ospitato, gestito e reso visibile nel web.

In internet vi sono innumerevoli servizi hosting; io però ho optato per Siteground per questi motivi:
– pregressa conoscenza del servizio
– assistenza al cliente veloce e affidabile (cosa non da poco…)
– interfaccia Cpanel nuova e intuitiva
– autonomia di gestione delle funzioni come i puntamenti e altri servizi extra
– ero alle prime armi e il personale di Siteground (gente davvero competente) mi ha sempre dato una mano.

numero 2 – WORDPRESS

Il blog Isola Egina utilizza la piattaforma Open sourse WordPress che si può scaricare gratuitamente dal sito ufficiale wordpress.org.
Se hai acquistato lo spazio hosting in Siteground, puoi scaricare l’applicazione di WordPress direttamente nel dominio con un click. Super veloce!

numero 3 – IL TEMA GRAFICO DEL BLOG

C’è una vasta scelta di temi per il blog in internet e io ho optato per Yootheme, un tema a pagamento.
Con Yootheme puoi scaricare l’intero sito demo e modificarlo come ti pare. Fantastico!
Trovo inoltre i temi di Yootheme siano eleganti, chiari e semplici da gestire. Il builder di Yootheme è molto più intuitivo rispetto ad altri ma si tratta di una scelta personale.

Isolaegina è stato costruito utilizzando un tema di Yootheme. Il costo per la licenza di un solo tema è di circa 70 euro che assicura aggiornamenti per 12 mesi. Con Yootheme si ha anche la possibilità di scaricare un tema completo, quello che chiamano Demo, un vero e proprio sito con tutte le immagini e i testi visibili sulle sulla vetrina dei temi di Yootheme.

All’inizio ho trovato molto più semplice modificare qualcosa di già fatto (da esperti) che impostare tutto da zero. Ora naturalmente, posso impostare tutto da zero.

numero 4 – IL MITICO CANVA

Non so se esista un blogger sulla faccia della terra che non utilizzi Canva.
Canva è uno strumento a dir poco geniale che consente di creare tutto ciò che si desidera: loghi, immagini, comics, landing pages, social posts e chi più ne ha, più ne metta.
Molto del materiale grafico di isolaegina.com è stato realizzato o modificato con Canva ma le fotografie sono state realizzate da me.

Dai una occhiata a cosa puoi creare con Canva.

numero 5 – MATERIALE DA PARTI TERZE

Capita a volte di non avere il tempo o la possibilità di creare materiale per il blog come come contenuti e immagini.

In questi casi il sistema Fiverr può fare al caso nostro.

Registrati, entra e seleziona la figura professionale che più è in linea con le tue esigenze.

Con pochi soldini puoi ottenere immagini, loghi e contenuti.
Da tener ben presente però che le aspettative dovranno essere in linea con il budget a disposizione…

Hai bisogno di una mano per il tuo blog?

Contattami, senza impegno, compilando questo modulo.


LEGGI ANCHE

L’alfabeto greco moderno per italiani: primo blocco di 6 lettere, dalla A alla ZETA …

Paleachora di Egina, la cittadella bizantina

Traghetti per Egina e sistema unico di prenotazione

PARTNERS


error: Content is protected !!