• Home
  • Blog
  • Protocollo governativo greco per raggiungere la Grecia da un Paese estero
Protocollo per entrare in Grecia

Protocollo governativo greco per raggiungere la Grecia da un Paese estero

A partire dal 1 ° luglio 2020, il governo greco ha determinato in che modo il Paese accoglierà i viaggiatori, effettuerà lo screening diagnostico necessario e proteggerà tutti durante la stagione turistica.

Tutti i viaggiatori saranno tenuti a compilare un modulo di localizzazione dei passeggeri “Il Passenger Locator Form (PLF)”. Tale modulo è da compilare almeno 48 ore prima di entrare nel Paese, fornendo informazioni dettagliate sul proprio punto di partenza, sulla durata di eventuali soggiorni precedenti in altri Paesi e sull’indirizzo del soggiorno in Grecia. Tale modulo fornirà un codice QR univoco per ogni passeggero che accelererà i controlli una volta arrivati nel Paese.

Protocollo da seguire per i turisti che arrivano tramite volo aereo

Agli arrivi, il passeggero è tenuto a recarsi nell’area in cui si trova il personale addetto allo screening e al controllo dell’esclusivo codice di risposta rapida (QR) che ciascun passeggero mostra sullo schermo del suo cellulare o sul modulo QR stampato.

Il personale addetto allo screening indirizza i passeggeri, a seconda del loro codice QR, verso l’area di screening o verso l’uscita (area di ritiro bagagli o controllo passaporti). Fino a quando i risultati dello screening non saranno disponibili, i passeggeri testati per il nuovo coronavirus SARS-CoV-2 da un team sanitario specializzato sono obbligati ad autoisolarsi all’indirizzo della loro destinazione finale come dichiarato sul modulo di localizzazione dei passeggeri (PLF). Al completamento della proiezione, vengono indirizzati verso l’uscita.

Tutti i passeggeri devono rispettare tutte le necessarie misure igieniche preventive (uso di maschere e distanziamento).

Protocollo per passeggeri che arrivano via mare

Arrivo dei passeggeri cancello d’ingresso principale.
I passeggeri in arrivo che arrivano accompagnati da veicolo vengono indirizzati al cancello d’ingresso speciale.

Tutti i passeggeri vengono trasferiti nelle aree in cui si trova il personale addetto allo screening e controllo del codice QR (Unique Quick Response) univoco che ogni passeggero mostra sullo schermo del proprio cellulare o sul modulo QR stampato.

A seconda del codice QR dei passeggeri, il personale addetto allo screening può indirizzarli nell’area di screening o consentire loro di entrare nel Paese.
Fino a quando i risultati dello screening non saranno disponibili, i passeggeri sottoposti a test per il nuovo coronavirus SARS-CoV-2 da parte di un team sanitario specializzato sono obbligati ad autoisolarsi all’indirizzo della loro destinazione finale, come dichiarato sul modulo di localizzazione dei passeggeri (PLF).
Al completamento della proiezione, sono autorizzati ad entrare nel paese.

Tutti i passeggeri devono rispettare tutte le misure preventive necessarie (uso di maschere e distanza fisica).

Protocollo per gli arrivi alle frontiere territoriali

Arrivo delle persone al checkpoint. Tutte le persone che entrano nel paese devono presentare un modulo di localizzazione passeggeri (PLF) compilato al loro arrivo.

Il controllo del passaporto e delle dogane viene effettuato e il codice QR (QR) univoco di ogni persona in arrivo viene controllato sullo schermo del proprio telefono cellulare o sul modulo stampato con il proprio codice QR.

A seconda del loro codice, le persone in arrivo vengono indirizzate dal personale di sicurezza nell’area di screening o autorizzate a continuare il viaggio verso la destinazione finale nel Paese, ricevendo istruzioni dal personale di frontiera, riguardanti, in particolare, le azioni necessarie nel caso in cui manifestino sintomi di infezione respiratoria, nel qual caso devono contattare immediatamente il centro operativo dell’Organizzazione nazionale della sanità pubblica (EODY).

Se le persone in arrivo prevedono di effettuare più soste in Grecia, devono dichiararlo e riferire la loro destinazione iniziale e il loro itinerario di viaggio dei successivi 7 giorni. Le unità sanitarie mobili EODY (KOMY) opereranno 24 ore su 24 ai posti di blocco alle frontiere terrestri.

Fino a quando i risultati dello screening non saranno disponibili, le persone in arrivo che sono sottoposte al test per il nuovo coronavirus SARS-CoV-2 sono obbligate ad autoisolarsi all’indirizzo della loro destinazione finale come dichiarato sul modulo di localizzazione dei passeggeri (PLF).

I loro dati vengono inseriti nel sistema informativo EODY, che è collegato al registro COVID per facilitare la ricerca dei contatti nel caso in cui qualcuno risultasse positivo.

Al termine della proiezione, entrano nel paese, ricevendo istruzioni relative all’autoisolamento fino a quando non vengono annunciati i risultati della proiezione.

Tutti i passeggeri devono seguire tutte le necessarie misure igieniche preventive (uso di maschere e distanza fisica / sociale).

Link diretto al modulo pubblicato nel sito del governo greco per ottenere il QR code

COMPILA IL MODULO ONLINE (solo in lingua inglese)
ALMENO 48 ORE PRIMA DELLA PARTENZA.

La comunicazione può essere soggetta a cambiamenti

Attenzione, questo quest è una traduzione del comunicato del governo greco pubblicato nel proprio sito web (https://travel.gov.gr/#/).

Isolaegina.com non è responsabile di eventuali variazioni.
E’ necessario quindi accertarsi che le informazioni siano ancora valide, andando direttamente all’interno del sito governativo greco.

All Rights Reserved Isola Egina 2020

error: Content is protected !!