• Home
  • Blog
  • Consigli di viaggio per ottimizzare spazio, tempo e denaro
Consigli di viaggio per recarsi ad Egina

Consigli di viaggio per ottimizzare spazio, tempo e denaro

Ad Egina è possibile viaggiare semplicemente portando son sè la Carta di Identità Italiana valida per l’espatrio.


Mentre si viaggia è comunque sempre consigliato portate con sè anche il passaporto; possono accadere molti imprevisti.
Per orientarsi al meglio, munirsi anche di una guida o una mappa perchè in certe zone affidarsi solo al navigatore è una scelta poco sicura. Molto interessante e divertente è portare con sè un pratico frasario dizionario che permette di socializzare con le persone del posto e fare nuove conoscenze. All’inizio poi si è spesso disconnessi da internet percui avere un frasario a portata di mano è un’ottima scelta.

Approposito di connessione Internet, ci si può naturalmente organizzare prima di raggiungere l’isola con il prorio operatore.
Egina è ben organizzata da questo punto di vista, molti locali offrono ai propri clienti accesso internet gratuito, basta chiedere la passwod.
Si può anche acquistare in loco una SIM CARD con dati internet, ad esempio Cosmote ed attivarla il giorno stesso. Anche ad Egina per l’attivazione della SIM Card chiedono un documento di riconoscimento.

Cosa mettere in valigia

Cosa mettere in valigia per andare ad Egina è naturalmente sempre molto soggettivo. La macchina fotografica è un elemento molto consigliato perchè l’isola Egina offre paesaggi ed albe mozza fiato.

Ecco alcuni consigli di viaggio per ottimizzare al meglio lo spazio in valigia:

  • In estate ci sono le spiagge ed il mare limpido, c’è la vita notturna e grandi e piccini si divertono. Consigliatissimo il costume (naturalmente!), l’abito da sera (in centro e nei locali la sera ci si veste abbastanza elegantemente) e uno sportivo per le gite fuori porta.
    Il cappello è un accessorio assolutamente indispensabile ma se ne trovano tanti in vendita anche sull’isola.
  • In primavera l’isola offre il suo meglio; è immersa in un mare di fiori. Consigliatissimi quindi i percorsi culturali per i quali è meglio indossare degli scarponcini adatti a percorsi rocciosi;
  • D’inverno i negozi per i turisti sono tutti chiusi e la vita scorre molto adagio. Gli inverni ad Egina non sono rigidi, raramente si arriva a meno zero gradi ma l’isola è molto ventosa quindi è consigliato abbigliamento per ripararsi dal vento e scarponcini per i percorsi culturali.

Per quanto riguarda i medicinali o accessori per il piccolo intervento, nell’isola ci sono diverse farmacie. L’aspirina poi costa anche meno rispetto che in Italia; quindi, tranne che per esigenze mediche particolari, si trova davvero tutto.

Consiglio extra tutto italiano

Per chi non può fare a meno del caffè della mocha – io sono una di queste persone – perchè non portarne una. In centro ad Egina è possibile acquistare il caffè appena macinato e nei bar c’è anche l’espresso anche se tutti i greci bevono il caffè freddo in un bicchierone da portar via con tanto ghiaccio e zucchero a scelta personale. Il cappuccino però non è altrettanto buono e denso come quello italiano; ci sono davvero pochi posti dove lo fanno come piace noi 😉

Per gli amanti di liquirizia, meglio portarsi una piccola scorta. Ad Egina si trova solo la radice per fare gli infusi ma non la liquirizia da sciogliere in bocca.

Vota e commenta

[Voti: 1   Media: 5/5]

Per ulteriori informazioni, commenta liberamente questo post. Sarò felice di rispondere 🙂

risorse utili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

All Rights Reserved Isola Egina 2020

error: Content is protected !!